Pensare per sistemi

Lingua:
Italiano
Sottotitolo:
Laboratorio di pensiero sistemico applicato alla complessità del fenomeno migratorio
Area:
PROGETTARE strumenti e significati
Tipologia
Corso -- 22, 30 novembre 2017 12 gennaio e 9 febbraio 2018 -- Sede: Centro per la Cooperazione Internazionale, Vicolo San Marco 1, 38122 Trento
Descrizione Costo
Il corso prevede una quota di iscrizione individuale di Euro 20,00 da versare contestualmente all’invio dell’adesione. Copia della ricevuta di pagamento dovrà essere inviata a elisa.rapetti@ tcic.eu, solo dopo aver ricevuto conferma della partecipazione.
Modalità d'iscrizione
Compilare il modulo online: https://goo.gl/Yi5MhV
Le iscrizioni verranno chiuse al raggiungimento dei posti disponibili e comunque non oltre il 20 novembre 2017
Obiettivi
• Promuovere un approccio alla complessità nella gestione di problemi sociali come attitudine di cittadini, operatori e decisori più consapevoli e lungimiranti
• Conoscere e sperimentare strumenti di “modellazione” (descrizione) di problemi complessi per ipotizzare soluzioni più efficaci (soluzioni sistemiche anziché ricette per i sintomi)
• Suggerire stimoli per condividere e costruire nella propria organizzazione e comunità una migliore comprensione della complessità insita in ogni problema sociale e ambientale
Metodologia
Gli incontri avranno carattere laboratoriale e prevedono la presentazione e sperimentazione di tecniche e strumenti del Pensiero Sistemico.
--
Destinatari: Persone impegnate nella cooperazione e solidarietà internazionale, nell’accoglienza e nell’ambito della migrazione, insegnanti, membri di associazioni di migranti
Descrizione evento
Siamo tutti parte di “sistemi” e ogni scelta ha conseguenze sul “nostro” sistema (famiglia, comunità, città) ma anche su altri. Le catene di cause ed effetti sono complesse e portano a conseguenze inattese o poco visibili nel breve periodo. Così talvolta i problemi di oggi sono “cattive” soluzioni di ieri.
Il pensiero sistemico si propone di riconoscere le interdipendenze tra elementi di sistemi sociali o ambientali per poter meglio comprendere le dinamiche ricorrenti e agire in modo più efficace quando queste dinamiche non sono desiderabili. In quest’ottica, il pensiero sistemico può aiutarci a decifrare e meglio gestire fenomeni complessi come quello dell’immigrazione contemporanea, divenendo così una competenza chiave in società connesse e interdipendenti?
--
Elisa Rapetti, CCI - elisa.rapetti@tcic.eu - Tel. 0461 093022
Data Scadenza Iscrizioni
Responsabile Corso
Zanon Paola